Archivio della categoria: teatro

Conoscere attraverso il teatro

Conoscere attraverso il teatro, in ottica multidisciplinare ed interculturale, significa primariamente mettere in moto un meccanismo relazionale di comprensione, un incontro che fondi una nuova sintesi di visione-conoscenza. L’approccio alla cultura è così dato da un movimento verso l’altro, e

Conoscere attraverso il teatro

Conoscere attraverso il teatro, in ottica multidisciplinare ed interculturale, significa primariamente mettere in moto un meccanismo relazionale di comprensione, un incontro che fondi una nuova sintesi di visione-conoscenza. L’approccio alla cultura è così dato da un movimento verso l’altro, e

decadence

EXHIBITION Tu mi chiedi lontano un vetro, dipinto sembri dalla mano di un Lotto, quanto costa questo quadrato di cemento, no non la vedi tu la spirale d’attesa dove Brunilde lotta con l’angoscia di sapere dov’è Sigfrido. Non senti tu

decadence

EXHIBITION Tu mi chiedi lontano un vetro, dipinto sembri dalla mano di un Lotto, quanto costa questo quadrato di cemento, no non la vedi tu la spirale d’attesa dove Brunilde lotta con l’angoscia di sapere dov’è Sigfrido. Non senti tu

bum

Bum bum bum bum I want you in my room Tarara ta-ta-ta ta Tarara ta-ta-ta ta Sparano Sparano Paranoia zero Non a zero Sparano Rosso sangue Ma cadono Mosche Cadono E se si può volare Stando fermi in un orto

bum

Bum bum bum bum I want you in my room Tarara ta-ta-ta ta Tarara ta-ta-ta ta Sparano Sparano Paranoia zero Non a zero Sparano Rosso sangue Ma cadono Mosche Cadono E se si può volare Stando fermi in un orto

mi misura (monologo)

Mi misura! Sì mi misura! Non balbetto eh! Solo che lui misura me, dice che vuole conoscermi, comprendermi. Allora anch’io gli ho detto voglio misurare te, ma non ha risposto e ha continuato a nastrarmi giallo. Sì con il metro

mi misura (monologo)

Mi misura! Sì mi misura! Non balbetto eh! Solo che lui misura me, dice che vuole conoscermi, comprendermi. Allora anch’io gli ho detto voglio misurare te, ma non ha risposto e ha continuato a nastrarmi giallo. Sì con il metro